Bagno di foresta

Un esperienza unica e indimenticabile di contatto profondo con la natura

Un'uscita esperienziale accompagnata da pratiche di rilassamento e respirazione, per essere a contatto con Madre Terra. Una passeggiata introspettiva che ti porterà a conoscere i boschi della Val di Fassa.


Il termine viene dalla traduzione di shinrin-yoku che esprime il godere appieno dei benefici dell'atmosfera della foresta; è coniato in Giappone nel 1982 da Tomohide Akiyama, direttore dell'ente forestale, per incoraggiare stili di vita sani e allo stesso tempo proteggere le foreste della nazione. In seguito l'immunologo dott. Quin Li introduce al mondo il termine Forest Therapy (marchio registrato da JFTS) che è una “terapia naturale senza medicine.” Ad oggi in Giappone, Scozia e Svezia la FT viene prescritta dalla medicina nazionale; in Italia non è ancora riconosciuta dal Servizio sanitario nazionale.

Non è solo una bella camminata o un attività salutistica: è vivere il bosco in tutti i sensi e con tutti i sensi. E' un attività di connessione profonda con la Natura in una dimensione di lentezza, consapevolezza e relazione con il bosco, con l'obiettivo di rilassare la mente e scaricare il carico emotivo che ci accompagna nella vita quotidiana. Durante questa esperienza, vengono proposti vari esercizi, con i quali la persona è stimolata ad assaporare i doni che ci offre il bosco (colori, forme, odori, suoni, sensazioni tattili) attraverso i propri sensi principali (vista, udito, olfatto, tatto e gusto), favorendo in questo modo una connessione particolare ed unica con il momento presente.

A chi è rivolto:

A un pubblico adulto, adatto a tutti i livelli, non c'è bisogno di nessun tipo di preparazione fisica né conoscenze tecniche particolari. E' rivolto a tutti coloro vogliono staccare la spina, liberare la mente. Per fare un’esperienza sensoriale di benessere dove i ritmi mentali rallentano, l'aria fresca e pulita rigenera le cellule, gli oli essenziali e i profumi dell'aria distendono le nostre tensioni. E' un’opportunità per ampliare la capacità di sperimentarsi nonché apprezzare con maggiore attenzione lo spazio naturale che ci circonda.

Benefici:

Sono molti i benefici della pratica corretta del bagno di foresta/bosco dimostrati scientificamente sia su testi internazionali che su pubblicazioni italiane e i principali sono:

  • Abbassamento dei livelli di stress contrastando l'azione del cortisolo;
  • regolazione della pressione sanguigna;
  • potenziamento sistema immunitario;
  • aumento delle cellule Natural Killer, che sono i nostri naturali difensori che riconoscono ed eliminano i virus e le cellule tumorali;
  • incremento del buonumore e della tranquillità;
  • contrasto della depressione;
  • accelerazione dei processi di guarigione;
  • aumento della capacità dell'attenzione danneggiata dall'uso della tecnologia (cellulari, computer);
  • stimolazione della connessione con se stessi e il senso di appartenenza alla natura;
  • incremento del flusso di energia, del senso di benessere e vitalità.

 

Ma perchè fa così bene? Perchè stare in un bosco è una vera immersione in un campo vibrazionale vitale: le forme, i colori, i suoni, le geometrie di ogni pianta ci riportano a riconnetterci alla Natura che noi istintivamante riconosciamo, risvegliando il nostro potere di autoguarigione e di attenzione cosciente.

Andiamo nella foresta per ricordarci chi siamo, per ritrovare un atteggiamento equilibrato, aperto e di consapevolezza della vita.

Nel bosco possiamo fare tante attività ma anche nessuna, liberando cosi la nostra creatività ed energia vitale.

Camminare nella foresta porta quindi benefici a tutto il corpo ed alla psiche donando un effetto rigenerante che perdura nel tempo, per giorni o settimane se le uscite sono più di una.

conduce l'esperienza

Katiuscia Rasom